Aggiornare i dispositivi Nexus ad Android 4.3 con la Factory Image (senza perdere i propri dati)

Contemporaneamente all’annuncio dell’edizione 2013 del Nexus 7Google ha reso disponibile la versione finale di Android 4.3, terzo aggiornamento software del ramo di sviluppo Jelly Bean che verrà offerto come aggiornamento Over The Air su tutti i dispositivi Nexus da oggi gradualmente in tutto il mondo. Se volete ottenere l’aggiornamento subito è possibile utilizzare un piccolo trucchetto che permette di trasformare le Factory Image, ovvero la copia di Android 4.3 ufficiale rilasciata da Google, in file di aggiornamento senza perdere i dati che sono presenti sul vostro smartphone o tablet.

Continue reading “Aggiornare i dispositivi Nexus ad Android 4.3 con la Factory Image (senza perdere i propri dati)”

Smartphone Android come modem su Mac: usare il tethering USB

Connettore USB - Tethering USB Android
Secondo la documentazione ufficiale di Google, per utilizzare il vostro smartphone Android come modem su Mac avete due soluzioni: creare un Hotspot Wi-Fi o collegarlo attraverso Bluetooth. Pur disponendo della funzionalità di Tethering USB attivabile dalle impostazioni del vostro dispositivo, Mac OS X non dispone di un driver di rete compatibile con il protocollo RNDIS di Microsoft utilizzato in via esclusiva da Android. In questa guida vi spiegherò come, con un semplice accorgimento, è possibile utilizzare il vostro smartphone come modem con un cavetto USB. Continue reading “Smartphone Android come modem su Mac: usare il tethering USB”

L’incolpevole protagonista Giangrande

image

Non dobbiamo nasconderci dietro un dito. La politica e la stampa dimenticano quel disoccupato che un anno fa si è suicidato bruciandosi vivo si fronte a Palazzo Chigi, l’imprenditore che si è arrampicato sul cupolone di San Pietro e i tanti suicidi degli ultimi mesi. La differenza sta nel fatto che fino a quando un disperato fa male solo a sé stesso occupa un trafiletto a metà giornale, quando punta una pistola contro la “politica” riempie le prime pagine dei giornali.

È tanto sbagliato il gesto di Preiti quanto lo è quello di un imprenditore, operaio, disoccupato, ecc. che si suicida. La disperazione di chi non vede una via d’uscita va al di là dell’uso di parole più o meno pesanti nell’etere. Quando Bossi invitava a imbracciare i fucili non succedeva nulla perché la gente in Italia stava meglio. Quando a Berlusconi hanno lanciato un souvenir del Duomo in faccia o a migliaia erano fuori dal Quirinale a festeggiare le sue dimissioni eravamo già arrivati al punto di non ritorno.

Stringiamoci intorno alla famiglia del Brigadiere Giangrande, incolpevole protagonista di un’altra triste pagina del decadimento di questo nostro Paese.

WhatsApp diventa a pagamento, fine del matrimonio con gli utenti?

whatsapp

Fin dal suo primo giorno di vita WhatsApp è stata un’applicazione a pagamento. Anche se gli utenti di dispositivi Nokia, BlackBerry e Android potevano scaricarla gratuitamente mentre chi possedeva un iPhone doveva pagarla da subito, era chiaramente scritto nella descrizione che il primo anno del servizio era gratuito e successivamente si sarebbe dovuto pagare 1 dollaro per continuare a utilizzarlo. Dall’introduzione nel 2009 in realtà per usare WhatsApp, a parte gli utenti iPhone, non è stato speso un centesimo. Almeno fino a oggi… Continue reading “WhatsApp diventa a pagamento, fine del matrimonio con gli utenti?”